Siete qui: Homepage

Lancisi e la Biblioteca La Biblioteca Lancisiana, fondata nel 1711 dall'archiatra pontificio Giovanni Maria Lancisi, è parte del Complesso Monumentale del Santo Spirito in Saxia, situato nei pressi della basilica Vaticana. Si trattava di una fabrica che conteneva libri e strumenti scientifici, ovvero un luogo di produzione del sapere in cui - secondo le intenzioni di Lancisi - doveva essere possibile consultare testi, svolgere attività sperimentali, discutere di medicina e di scienza in pubbliche accademie.

Attualmente la Biblioteca, chiusa per urgenti lavori di consolidamento dell'edificio, conserva circa 20.000 volumi, tra cui 375 manoscritti e circa 60 incunaboli. Al suo interno vi erano conservati anche alcuni degli strumenti scientifici originari, come i globi di Vincenzo Coronelli, due sfere armillari ed una diottra che, conservata intatta nel corso dei secoli, costituisce una testimonianza unica della cultura scientifica romana in età moderna.

Oggi il patrimonio bibliografico e documentario della Biblioteca è adeguatamente conservato sugli scaffali allestiti in due depositi temporanei ed è possibile prenotare la consultazione dei volumi a stampa e dei manoscritti, garantendo così sia la consultazione a fini di studio, sia una corretta conservazione del patrimonio librario.

Come raggiungerci

in treno    in auto    in autobus