Teatri e Strutture Culturali

 

LEA PADOVANI MONTALTO DI CASTRO.bmp

 
Teatri e strutture culturali nel territorio regionale
 
La Regione sostiene finanziariamente la nuova realizzazione, la ristrutturazione e l’arredo dei teatri e delle strutture culturali del Lazio, sia di proprietà pubblica, sia privata.
In molti casi gli interventi riguardano sedi storiche ubicate in complessi architettonici di pregio, talvolta arricchiti di decorazioni scultoree o pittoriche di rilevante interesse. In altri casi si tratta di nuove architetture realizzate secondo parametri di alta qualità progettuale, che, oltre a fornire un punto di riferimento per la vita culturale del luogo, concorrono a riqualificare il comprensorio paesaggistico e ambientale in cui sono inserite.
Con le fonti finanziarie sotto indicate, la Regione – nel contesto di un programma complessivo di recupero territoriale, restauro e riqualificazione dei centri storici – cura l’ambito relativo alle strutture edilizie del Lazio.

Altre fonti finanziarie regionali – trattate in altri paragrafi – sono  invece destinate a sostenere le attività e gli spettacoli ospitati dai teatri e dai servizi culturali del territorio.
TEATRO GOLDENaa.bmp
 

L.R. n. 21/1984 Interventi per lo sviluppo delle strutture culturali nel Lazio.

La Regione Lazio interviene con propri finanziamenti per lo sviluppo delle strutture permanenti di promozione culturale. Gli interventi possono riguardare strutture destinate a servizi culturali pubblici o comunque aperti al pubblico. Nel caso della concessione di contributi a soggetti privati il rapporto deve essere regolato da apposita convenzione in cui siano stabilite, tra l'altro, le modalità di pubblica fruizione della struttura.
 
Requisiti per il finanziamento
-      Garanzia di apertura al pubblico. I fondi della L.R. 21/84 si rivolgono a strutture culturali sia pubbliche che private, purché si tratti di servizi aperti al pubblico
-      Proprietà, da parte dell’ente titolare, della sede da ristrutturare
-      Elaborazione di un progetto esecutivo dotato di tutti i pareri di legge necessari
-      La richiesta del contributo deve essere presentata entro il 31 ottobre di ogni anno.


MASCHERINE.jpg
Contatti:
Rita Denaro – 06 51688091 – rdenaro@regione.lazio.it
Gian Paolo Castelli – 06 51688169 – gpcastelli@regione.lazio.it
 
Con questa norma la Regione realizza un programma straordinario di interventi prioritari in materia di sviluppo delle strutture culturali, con particolare riferimento ai teatri comunali e alle sedi espositive, da localizzare nelle aree territoriali carenti, anche recuperando il patrimonio di archeologia industriale.
 
D.G.R. n. 876/2008 Avviso pubblico per la manifestazione di interesse ai fini dell’elaborazione di un piano di interventi per lo sviluppo delle strutture culturali nel Lazio, ai sensi dell’articolo 63 della L.R. n. 27/2006
 
 D.G.R. n. 111/2010 L.R. n. 27/2006 articolo 63 – Piano di interventi per lo sviluppo delle strutture culturali nel Lazio
Con questo provvedimento vengono ammessi a finanziamento  n. 37 interventi su teatri comunali con il cofinanziamento del 10 % da parte del soggetto beneficiario e n. 37 interventi su teatri privati con il cofinanziamento del 30 % da parte del soggetto beneficiario. Importo complessivo del piano di interventi è pari ad € 28.416.276,91.
 
D.G.R. n. 508/2012 Legge regionale  28/12/2006, n. 27, art. 63 - Piano di interventi per lo sviluppo delle strutture culturali nel Lazio, modifica della D.G.R. n. 111/2010 e rimodulazione dei contributi.
Con questo provvedimento viene approvato il nuovo Piano degli interventi per lo sviluppo delle strutture culturali nel Lazio, che individua i soggetti beneficiari e i relativi contributi rimodulati.



Contatti:
Rita Denaro – 06 51688091 – rdenaro@regione.lazio.it
Gian Paolo Castelli – 06 51688169 – gpcastelli@regione.lazio.it
 

Accordo di Programma Quadro in Materia di Beni e Attività Culturali
L’Accordo di Programma Quadro “Beni culturali” (APQ1) rappresenta una significativa tappa nella programmazione culturale, anche ai fini di incremento dei flussi turistici,  in atto nel territorio della Regione Lazio.
In collaborazione con i settori Turismo e Ambiente, è attiva la Programmazione integrata e di sviluppo sistemico dei servizi ambientali, culturali e turistici in alcune aree della Regione, al fine di promuovere la realizzazione di interventi coordinati e attivare  processi di cooperazione fra gli Enti locali funzionali allo sviluppo armonico del territorio, nel rispetto dell’ambiente, delle sue emergenze culturali e del paesaggio.


Il recupero dei teatri storici del Lazio, tramite progetti di restauro e di arredo di edifici di pregio, fa parte a pieno titolo di questo programma di sviluppo del territorio.
 
Requisiti per il finanziamento
-      Garanzia di apertura al pubblico. I fondi dell’APQ si rivolgono esclusivamente a teatri e strutture culturali di titolarità pubblica (enti locali)
-      Proprietà, da parte dell’ente titolare, della sede da ristrutturare
-      Elaborazione di un progetto esecutivo dotato di tutti i pareri di legge necessari
-      Cofinanziamento, da parte dell’ente titolare, nella misura minima del 10%


Contatti:
Laura De Martino – 06 51688091 – ldemartino@regione.lazio.it
 
... Altri Luoghi della cultura
Soprintendenza ai beni librari

La Soprintendenza ai Beni Librari della Regione Lazio si occupa di: tutela, conservazione, valorizzazione e promozione del patrimonio librario e documentario non statale; istituzione e sviluppo dei servizi bibliotecari; inventariazione e catalogazione del patrimonio bibliografico regionale; mostre e pubblicazioni attinenti i servizi bibliotecari; istituti culturali regionali; promozione del libro e della lettura; deposito legale

> vai all'argomento
Musei e Sistemi Museali

In molti comuni del territorio laziale è possibile visitare un museo appartenente alla Organizzazione Museale Regionale (OMR). Si tratta di musei che rispondono ad appropriati standard di funzionamento che offrono buoni servizi al pubblico.

> vai all'argomento
Archivi

Gli archivi presenti nel Lazio sono numerosissimi, vari per tipologia e consistenza, spesso aperti al pubblico, a volte consultabili su richiesta, altre inaccessibili.
Oltre agli archivi di enti locali, comunali e provinciali, nel Lazio si trovano gli archivi del parlamento, del governo, l'archivio centrale dello Stato e gli archivi di Stato dei cinque capoluoghi di provincia, un'enorme quantità di archivi ecclesiastici, di ospedali e enti di assistenza, di scuole e università.

> vai all'argomento
Istituti culturali

Il patrimonio degli Istituti Culturali di rilevanza regionale o nazionale operanti nel Lazio, in funzione del ruolo che essi svolgono per la valorizzazione dei beni storici, scientifici, artistici, librari, archivistici, audiovisivi, archeologici e monumentali esistenti nel Lazio

> vai all'argomento
IRVIT

L’I.R.Vi.T., Istituto Regionale per le Ville Tuscolane, è stato costituito con Legge Regionale nel 1992, per favorire ed assicurare la conservazione, la valorizzazione, la più idonea utilizzazione e la migliore conoscenza delle Ville Tuscolane e dei relativi parchi e giardini.

> vai all'argomento
Siti dei musei, biblioteche e archivi del Lazio

Il progetto Siti dei servizi culturali del Lazio offre a tutti i servizi culturali del territorio regionale la possibilità di realizzare gratuitamente il proprio sito web utilizzando le piattaforme modello predisposte per ognuna delle diverse tipologie di servizio.

> vai all'argomento
Biblioteche

L’Organizzazione Bibliotecaria Regionale (O.B.R.) è costituita dalle biblioteche di Ente locale, d’interesse locale, comprese le biblioteche ecclesiastiche, e da quelle gestite direttamente dalla Regione.

> vai all'argomento
Architetture e allestimenti dei musei locali

Le immagini fotografiche e i disegni progettuali dei musei del territorio del Lazio introducono alla visita dei poli espositivi attraverso l’occhio di chi li ha progettati, affiancando ai nomi e alla memoria degli oggetti e dei loro contesti le forme delle architetture.

> vai all'argomento